dodospy
Cerca
Close this search box.

Come rilevare microspie nascoste: 5 principali tecniche

come rilevare microspie

Come rilevare microspie nascoste? Il fai da te funziona? Rilevare microspie con il cellullare è una buona idea? Se cerchi le risposte a queste domande continua a leggere!

Proteggere la privacy di casa tua è un tuo diritto, ciò vale doppio in una società come la nostra dove tutto può essere condiviso in rete. Lo stesso vale per il tuo luogo di lavoro, dove un furto di informazioni potrebbe recare un grave danno agli affari della tua azienda.

In questo articolo spiegheremo come rilevare microspie nascoste tramite le 5 principali tecniche. Ciò ti consentirà di rendere pulito l’ambiente che ti circonda, che sia la tua auto, il tuo ufficio o la tua camera da letto.

Come rilevare microspie nascoste

Iniziamo questa guida dove impareremo come rilevare microspie nascoste tramite le 5 tecniche migliori. Per ogni opzione che vedremo ci saranno tutte le informazioni necessarie, così da consentirti di scegliere quella più adatta alle tue necessità. Buona lettura!

1. Rilevatori di microspie

rilevare microspie

I rilevatori di microspie rappresentano uno dei modi migliori per rendere pulito l’ambiente che ti circonda. Questo perché, parliamo di dispositivi che:

  • sono facili da usare;
  • hanno un costo accessibile a tutti;
  • si possono utilizzare in diversi ambienti.

Infatti, puoi effettuare un processo di bonifica di casa tua (o del tuo ufficio) senza alcuna difficoltà anche se non hai mai fatto nulla del genere in vita tua.

Una volta attivato, questo dispositivo ti consente rilevare microspie ed altri tool utilizzati per spiare. Per rendere più chiaro il concetto, ecco quello che un rilevatore riesce ad individuare:

  • schede 2G, 3G e 4G collegate a microspie;
  • microspie GPS;
  • telecamere wireless 1.2G/2.4G;
  • telecamere nascoste 5.8GHZ;
  • dispositivi per le intercettazioni.

Quindi sarai un passo avanti, a prescindere dal modo in cui intendono spiarti, ed individuerai senza problemi cimici, telecamere ed affini.

Per individuare il modello più adatto alla tua situazione e per informazioni su come utilizzarlo al meglio, leggi la nostra guida ai migliori rilevatori microspie.

2. Termocamere

come trovare microspie in casa

Un altro metodo per trovare microspie nascoste in casa è quello di utilizzare una termocamera. Vediamo di cosa si tratta.

Una termocamera è un modello di telecamera progettata per essere sensibile alla radiazione infrarossa, riproducendo immagini o riprese termografiche in base alle temperature rilevate. Questo dispositivo viene per lo più utilizzato nel campo militare o scientifico; tuttavia, si presta anche alla bonifica degli ambienti.

Nella pratica, puoi utilizzare le sue specifiche caratteristiche per individuare dispositivi nascosti tramite il calore che essi emanano.

Di certo, si tratta di un metodo che funziona (puoi rilevare microspie anche se queste sono occultate dietro muri o oggetti spessi), ma ci sono due fattori da prendere in considerazione:

  • si tratta di un dispositivo molto costosto;
  • per utilizzarlo al meglio bisogna essere esperti.

Quindi, prima di acquistare una termocamera, valuta se si tratta dell’opzione più adatta alla tua situazione. In caso affermativo, ti consiglio di prendere questo modello qui, poiché:

  • ti assicura un ottimo rapporto qualità/prezzo;
  • ha una risoluzione ultra-elevata;
  • può essere collegato a PC per eseguire analisi online;
  • permette di registrare sotto forma di video e foto;
  • ha una batteria della durata di 12 ore;
  • è ideale per rilevare microspie in auto.

3. App per rilevare microspie

come rilevare microspie con il cellulare

Se cerchi di bonificare l’ambiente che ti circonda, potresti chiederti se è possibile trovare microspie con il cellulare. Tale quesito è più che legittimo, del resto, in rete puoi trovare diverse app per rilevare dispositivi di spionaggio.

Per assolvere al proprio dovere, questo tipo di applicazioni accede al magnetometro dello smartphone. Esso permette di individuare le emissioni rilasciate dai comuni dispositivi che effettuano intercettazioni, siano esse in formato video o audio.

Con una rapida ricerca puoi trovare app per individuare:

  • cimici ambientali;
  • mini telecamere;
  • telefoni spia;
  • altri dispositivi di controllo RF o Wi-Fi.

Inoltre, spesso sono gratuite o richiedono un abbonamento una tantum.

Diciamo che sembra lo strumento ideale, peccato che nella maggior parte dei casi la tecnologia utilizzata dalle suddette app è di livello molto basso.

Infatti, il più delle volte si generano falsi positivi o peggio ancora falsi negativi, rendendo inattendibili le tue indagini.

Tuttavia, se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere la nostra guida all’uso corretto delle app per trovare microspie.

4. Tecniche fai da te

come rilevare microspie fai da te

Se ti senti spiato, potresti decidere di controllare lo spazio che ti circonda senza avvalerti di strumentazioni adeguate o l’aiuto di uno specialista.

Questa è una tecnica spartana, che di certo richiede un grande investimento di tempo ed energie, ma che se effettuata con scrupolosità può dare qualche risultato.

Ecco come rilevare microspie con il fai da te:

1. In casa

Controlla gli oggetti sospetti: lampade, quadri, prese elettriche, lampadine, specchi e mobili. Inoltre, spesso e volentieri chi vuole spiarti lascia il dispositivo in punti strategici. Ad esempio, le videocamere con l’occhio puntato verso il tuo letto o la cabina doccia, mentre le cimici nei luoghi dove è possibile ascoltare meglio quello che dici o dove di solito parli al telefono.

2. Sul luogo di lavoro

Anche qui la prima cosa da fare è porre attenzione all’oggettistica che ti circonda. Controlla che al tuo PC non sia collegato un keylogger. Poi passa in rassegna la tua scrivania: una cimice può avere diverse forme, compresa quella di una penna.

Allo stesso modo, fai attenzione che non ci siano cavi elettrici sospetti o poco noti che potrebbero essere stati installati di recente (potrebbero essere collegati a microspie). Fatto ciò, dedicati al mobilio, al fondo della scrivania, agli scaffali ed ai cassetti.

3. Nel mezzo di trasporto

Anche nella tua auto ci potrebbero essere delle microspie, specie se sei sospettato di avere un’amante oppure se il tuo lavoro ti porta a viaggiare spesso in auto o con un altro mezzo. Qui il primo luogo da controllare è lo spazio sotto le poltrone. Spesso e volentieri sarà lì che troverai installata una microspia per auto.

Dopodiché, dedica la tua attenzione al cassetto del cruscotto e a tutte le placche in plastica removibili. In ultimo, puoi anche buttare un occhio agli oggetti che trovi, magari qualcuno ha lasciato una microspia che ricorda un telecomando nel vano di lato alla portiera.

5. Bonifica ambientale

come trovare microspie

Terminiamo questa guida su come trovare microspie con una tecnica molto valida, ma di certo la più costosa ed invasiva: la bonifica ambientale.

Infatti, in questo modo avrai la ragionevole certezza di rendere l’ambiente che ti circonda pulito. Tuttavia, operare in tal senso comporta:

  • richiedere l’intervento di professionisti con i relativi costi del caso;
  • svelare il sospetto di essere spiato, facendo alzare la guardia a chi ti controlla;
  • vedere il proprio ambiente (casa, auto o ufficio) rivoltato come un guanto.

Quindi, prima di metterti in contatto con chi di dovere metti sui piatti della bilancia i pro ed i contro e solo allora decidi il da farsi!

5/5 - (1 vote)

Leggi anche: